Tag: viaggio

La missione umanitaria in Senegal mi ha regalato…

Set 9, 2016 Nancy 4 1_#Be "e-motion": un contagio positivo! , , , ,

E’ agosto e siamo nel taxi di Pape, la nostra guida per raggiungere i villaggi nei giorni di missione umanitaria in Senegal, e alla mia domanda sull’origine del nome di questo stato africano, mi racconta che la probabile origine derivi dalla lingua Wolof  “sunu-gaal”, che significa “le nostre piroghe”.

LEGGI TUTTO

Scegli relazioni vitali che alimentino la tua anima e vivi con pienezza!

Feb 21, 2013 Nancy 2 5_Benessere nelle relazioni , , , , , , , ,

L’8 febbraio è passata oltre una persona a me molto cara, come un fratello. Nei dieci giorni seguenti sono stata al fianco dell’altra persona rimasta, a me cara come una sorella. Abbiamo attraversato il dolore, vivendo tutte quelle azioni che rappresentano “una prima volta”… Abbiamo pianto, abbiamo riso, abbiamo ricordato e ancora pianto e riso; mentre il calore degli amici e dei familiari ci avvolgeva nel suo abbraccio… Un passo alla volta, minuto per minuto, perchè il tempo è sembrato fermarsi… Un passo alla volta, anche attraverso il rituale della tradizione che esprime vicinanza, solidarietà, cura…

LEGGI TUTTO

In viaggio…

Ago 13, 2010 Nancy 1 3_Ben-Essere Lab , , , ,

E’ la sera del 31 luglio, domani parto per raggiungere la mia famiglia in Abruzzo. Decido di passare per la Toscana, anziché fare la solita strada. Una mia amica mi ha parlato di un posto speciale a Montalcino (SI) e decido che voglio andare lì! Carico i bagagli in auto così non perdo tempo al mattino. Sveglia alle 5.00! E’ domenica 1 agosto, si parte! Mi godo il viaggio! L’itinerario che avevo stabilito la sera prima lo cambio mentre sto andando, il mio istinto mi salva dalle code. La Toscana è stupenda, le sue colline esercitano un richiamo particolare su di me. Olivi, viti, girasoli, un tripudio di colori della terra…alle 10.50 sono all’ Abbazia di Sant’Antimo, la Messa sta per iniziare, sono felice all’idea che in un luogo così bello mi accingo, per la prima volta, ad ascoltare il Canto Gregoriano dal vivo! Questa è una delle ragioni che mi ha spinta a venire fin qui, ma non l’unica. La descrizione della storia di questo luogo che la mia amica mi ha fatto, mi ha letteralmente affascinata, soprattutto l’itinerario spirituale che il fedele doveva percorrere, ovvero il percorso del pellegrino. Un tempo costruttori di cattedrali come Chartres o Santiago di Compostela avevano una particolare conoscenza dell’influenza dell’energia, così costruivano tenendo in grande considerazione la relazione tra posizione, ambiente, cosmo e corsi d’acqua. Proprio la particolare posizione dell’Abbazia, in cui l’altare è costruito all’incrocio di tre correnti d’acque sotterranee, cosa che provoca un aumento di energia tellurica, la rende uno spazio unico! Quando sono entrata per ascoltare la Messa, d’istinto sono andata nella navata di destra, dove c’era un banco messo un po’ di traverso, sotto una colonna, in quel momento non sapevo ancora che mi ero posizionata proprio nel posto…migliore! Ho ascoltato i canti dei frati durante la celebrazione, completamente immersa nell’odore d’incenso e nei giochi di luci ed ombre, nella quiete. Alla fine ho aspettato di rimanere quasi sola, per ascoltare i movimenti silenziosi dei frati che riordinavano l’altare, per assaporare l’atmosfera essenziale e spirituale che respiravo…Alle 12.45 sono uscita. Decido di mangiare il mio panino sotto una pianta d’olivo meravigliosa! Resto sotto la sua ombra fino alle 14.45, a farmi compagnia una cicala accompagnata dal canto di un uccellino…che pace! Alle 15.00 sono di nuovo dentro ad ascoltare il Canto Gregoriano dell’ora nona. Alla fine del quale avrebbero tolto le corde e permesso di fare il percorso del pellegrino!  Avevo pianificato, prima della partenza, di camminare lungo tale percorso, all’interno di questa Chiesa speciale, in cui l’energia aumenta gradualmente il suo livello vibratorio. Parto dalla piccola porta di sinistra, giro attorno all’altare, dove hanno misurato 24000 unità Bovis, raggiungo la cripta del Santo, scendo e so che mi trovo sotto l’altare. Risalgo e percorro la navata di destra, a questo punto scopro che ho trascorso tutto il tempo della Messa proprio nel punto dove si tocca il massimo dell’energia: sotto il capitello di Daniele nella fossa dei leoni, con 35000 unità Bovis!

LEGGI TUTTO

Ricorda che sei un viaggiatore cosmico…

Lug 1, 2010 Nancy 1 3_Ben-Essere Lab , ,

La notizia della morte di Pietro Tarricone mi ha toccato… L’unica edizione del Grande Fratello che ho visto è stata la prima, quella in cui c’era lui. Non seguo i reality show.

LEGGI TUTTO

La magia dell’esistenza…

Giu 7, 2010 Nancy 2 3_Ben-Essere Lab , , , , ,

Ieri un caro amico mi ha ricordato di una mail che gli avevo scritto il 14 novembre 2008, dopo una lunga chiacchierata al telefono, sottolineando che ero stata quasi anticipatrice degli eventi successivi nella mia vita. Ma ciò che è accaduto a me, accade a chiunque, la differenza è nel grado di consapevolezza che ciascuno di noi ha rispetto agli avvenimenti nella propria esistenza…Nella mia casa ci sono post-it ovunque, non perchè sia la sorella della fata smemorina, ma perchè se c’è un pensiero che mi colpisce desidero poterlo “ripescare” con un colpo d’occhio…troppo complicato sarebbe ricordarsi il tal libro in cui andare a riprenderlo, troppi libri… C’è un pensiero di Gandhi che dice: …sii il cambiamento che desideri vedere nel mondo…Questo richiede una “rivoluzione copernicana”, il passaggio dalla periferia, l’esterno, alla sfera interiore. Solo se cambi l’uomo dal cuore, l’effetto sarà il cambiamento della società. Credo che in momenti di grandi cambiamenti come questo, il passaggio importante sia quello di non restare attaccati al passato… 

LEGGI TUTTO

Viaggio a Roma: Rufus Sewell, le coincidenze, e Rafa Nadal

Mag 3, 2010 Nancy 2 3_Ben-Essere Lab ,

Sabato 1° maggio, mi alzo e la giornata è incerta. Il sole non promette di uscire. Non ho programmi per il we. Non faccio programmi di solito, perchè così è più facile che mi accadano le cose inconsuete che mi succedono… alle 11.30 la telefonata di una mia carissima amica: “Vieni a Roma con me? Partiamo con il treno delle 14.55! Ho i biglietti per il Foro Italico, domani finali BNL, Nadal contro Ferrer.” Le ho risposto di sì, perché, data la mia profonda ignoranza, il nome Nadal mi suonava come un anticipo delle festività! Giusto il tempo di preparare la borsa, prendere la macchina fotografica, l’Ipod.

LEGGI TUTTO

Change the game: “trentadue secondi”, una telefonata e due sms. Un’esperienza.

Apr 28, 2010 Nancy 0 5_Benessere nelle relazioni , , , ,

E’ il 28 aprile 2009. Sto guidando la mia auto, sono sola; davanti a me quella dei miei genitori. Conduce mio padre, con lui mia madre e mia zia, di 94 anni. Stiamo tornando in Abruzzo, a casa. Finalmente l’ok della protezione civile. Dopo il terribile terremoto della notte del 6 aprile, i miei si sono rifugiati da me, qui in Veneto, mentre mia sorella in uno degli hotel sulla costa, dove resterà per sei lunghi mesi.

LEGGI TUTTO
Scroll to Top