5_Benessere nelle relazioni

Nancy Perin > Blog Nancy Perin > 5_Benessere nelle relazioni > “Resonant Leadership”: Prof. Richard E. Boyatzis a Ca’ Foscari

“Resonant Leadership”: Prof. Richard E. Boyatzis a Ca’ Foscari

Apr 11, 2013 Nancy 5 5_Benessere nelle relazioni , , , , , , , , , , , ,

E’ martedì 9 aprile 2013. Siamo arrivate in treno a Venezia. C’è un sole timido ma ci avvolge con il suo calore. Ci dirigiamo a Ca’ Foscari, l’appuntamento è per le 15.30 nell’aula Baratto. Il Professor Boyatzis parlerà della “Resonant Leadership“!

Dopo le formali presentazioni del Rettore, si parte e la cosa si fa subito interessante! Ecco la prima rottura di schema: nell’aula si ode “Respect” di Aretha Franklin e il Professore ci invita ad alzarci e a battere le mani ballando! Qualche minuto e sale l’energia e si comprende che sarà… playful!! Il tempo scorre velocissimo, il suo speech è assolutamente accattivante mentre crea connessione attraverso movimenti, suoni e immagini ancorando concetti che regalano respiro a quella parte di noi creativa, intuitiva, giocosa, che si nutre di speranza, sogno, unione.

Ma cos’è questa “Resonant Leadership”?  Non posso racchiuderla in un post!  Uno spazio troppo angusto entro cui risuonare! 😉

Un cenno, uno spunto…. Parto da quella che considero la parola chiave “Resonant”.

Essa racchiude una capacità interna ed un effetto di influenzamento esterno. La capacità di “essere-in-relazione“, prima di tutto con se stessi, mediante la connessione con la propria mente, il proprio corpo, il proprio cuore e la propria anima, sviluppando l’allenamento ad essere in equilibrio con le proprie emozioni, senza sopprimerle, preferendo un approccio positivo che alimenti la speranza, la compassione e il gusto della consapevolezza. In questo modo si ha la possibilità di “influenzare” positivamente, con la propria vibrazione, l’altro e l’ambiente esterno.

Le emozioni divengono altresì la fonte di rinnovamento cui attingere continuamente per mantenere alta e positiva l’energia, in un ciclo senza fine.

Da questa prospettiva, le riflessioni che mi giungono, per un’applicazione pratica, partono da almeno 5 domande:

1) Quale emozione ho in questo momento? Cosa sento?

Primo step: imparo a riconoscere le mie emozioni ascoltandomi.

2) Come posso fare per sviluppare la mia capacità di “essere sintonizzato con me stesso”?

Secondo step: ricontatto il mio corpo e la mia sensorialità adottando la scelta più adatta a me (sport, yoga, meditazione, ecc…).

3) Come posso fare per allenarmi a “risuonare” internamente in modo positivo?

Terzo step: scelgo quali pensieri-emozioni nutrire con la mia attenzione.

4)  Come può accadere che l’ambiente entri in risonanza?

Quarto step: attraverso un agire che esprima qualità dell’anima quali  “mindfulness”, essere un “vicino osservatore”, rispecchiare e condividere.

5) Come posso fare per “influenzare” positivamente il cambiamento?

Quinto step: attraverso la flessibilità nella scelta di comportamenti “in sintonia” con una prospettiva inclusiva della positività per me, per l’altro, per l’ambiente. Soprattutto “Walk to talk“: lavoro su di me nell’essere un esempio.

Stay tuned!

 

Diventa anche tu “e-motion“, una forma di contagio positivo:

  • condividi questo post su FacebookTwitter, Linkedin con  un click qui sotto!
  • lascia un commento alla fine del post!

 

 

 

Nancy

Sono Nancy Perin una coach specializzata in tematiche aziendali, quali gestione delle relazioni, comunicazione, conflitti. Esperta di tecniche di rilassamento e body work. Aiuto le Imprese di Famiglia e le Persone a creare armonia nelle relazioni e nel raggiungere i risultati, affinché non vivano più in modo conflittuale, frustrante e inappagato ma possano costruire autentiche relazioni di fiducia, garantendo continuità all'Azienda e per le Persone al proprio progetto di vita. Imprese memorabili: Sono figlia di un ex prete; cresciuta a stretto contatto con ragazzi diversamente abili e borderline. Sopravvissuta alle scarpe da punta per la danza classica. Sono madre di un figlio. Allenata dalla vita ad essere resiliente. Il mio mantra: "La vita come un viaggio che esprime chi scegli di essere. Diventa anche tu "e-motion", una forma di contagio positivo!" In un mondo dove "fa notizia" solo la vulnerabilità, la sfida è ricordare che essa ci appartiene come compagna del coraggio e che esiste un mondo di persone che ogni giorno danno valore positivo all'esistenza, alle relazioni, al loro fare quotidiano nonostante le difficoltà! Questo è il vero scoop!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to Top