3_Ben-Essere Lab

Nancy Perin > Blog Nancy Perin > 3_Ben-Essere Lab > La magia dell’esistenza…

La magia dell’esistenza…

Giu 7, 2010 Nancy 2 3_Ben-Essere Lab , , , , ,

Ieri un caro amico mi ha ricordato di una mail che gli avevo scritto il 14 novembre 2008, dopo una lunga chiacchierata al telefono, sottolineando che ero stata quasi anticipatrice degli eventi successivi nella mia vita. Ma ciò che è accaduto a me, accade a chiunque, la differenza è nel grado di consapevolezza che ciascuno di noi ha rispetto agli avvenimenti nella propria esistenza…Nella mia casa ci sono post-it ovunque, non perchè sia la sorella della fata smemorina, ma perchè se c’è un pensiero che mi colpisce desidero poterlo “ripescare” con un colpo d’occhio…troppo complicato sarebbe ricordarsi il tal libro in cui andare a riprenderlo, troppi libri… C’è un pensiero di Gandhi che dice: …sii il cambiamento che desideri vedere nel mondo…Questo richiede una “rivoluzione copernicana”, il passaggio dalla periferia, l’esterno, alla sfera interiore. Solo se cambi l’uomo dal cuore, l’effetto sarà il cambiamento della società. Credo che in momenti di grandi cambiamenti come questo, il passaggio importante sia quello di non restare attaccati al passato… 

Per usare le parole di un altro illuminato (Osho): …la vita non è simile ai binari di una ferrovia, sempre lo stesso percorso con al massimo qualche scambio qua e là. La vita è come un fiume che crea da sè il suo percorso. Non è un canale. Un canale è un’ esistenza fatta di abitudini. Il pericolo esiste ed è implicito nella vita. La vita è insicura, la vita è selvaggia e non viaggia su percorsi prestabiliti…ma in questi aspetti così “incontrollabili” sono comunque presenti equilibrio, evoluzione, “intelligenza”. Credo che il viaggio in questa vita consista proprio nella riconquista di questo dono: lo stupore infantile. Il bambino è puro, innocente, vuoto. Ma tutto questo è un dono “inconsapevole”. Ritornando ad essere puro, innocente e “vuoto” da adulto, si ha il vantaggio di esserne consapevole e divenendo così un “ricercatore”. Perchè non si tratta di un modo di essere acquisito ma in fieri. Forse è questa la chiave. Un ricercatore non si ferma mai ad una sola risposta, ad una sola soluzione pensando che sia per sempre. Un ricercatore si accorge di ciò che accade nel viaggio inner and outer e “risponde”, che è diverso dal “reagire”. Un ricercatore sa che l’ unico aspetto “costante” è il viaggio e sta solo a lui renderlo intenso, profondo, rotondo. Mago Merlino è un grande ricercatore… Egli insegnava molte cose ad Artù. Tra queste, il paradosso delle parole. 

Diceva Merlino: …I mortali sono intrappolati nelle parole come mosche in una ragnatela, ma svolgono anche il ruolo del ragno, poichè la ragnatela in cui restano invischiati è tessuta da loro stessi…Il paradosso delle parole consiste nel fatto che è necessario usarle per apprendere e darsi una disciplina. Funzioni come la deambulazione, l’espressione verbale, la lettura non sono patrimonio del fanciullo. I genitori devono educarlo alle cose del mondo, e questo compito è svolto attraverso le parole. Il problema è che le parole portano con sè anche significati psicologici. E’ attraverso le parole che i genitori mettono a suo agio o indispongono il fanciullo, che lo fanno sentire nel giusto o in errore. Due sono le espressioni più potenti che si possono usare: sì e no. Questi monosillabi hanno l’effetto di innalzare barriere o di abbatterle. E il paradosso è tale perchè anche se le parole ci svelano chi siamo, noi siamo più di quello che esse riescono a dire. Nonostante tutta la potenza dell’incantesimo delle parole, le persone cambiano. Il potere delle parole può creare qualcosa di nuovo, non solo un limite… (Deepak Chopra)

E  cosa fa un “mago”, alla fine, se non servirsi delle parole per dire di sì a cose cui a noi hanno insegnato a dire di no? Cosa fa se non tessere un nuovo mondo di significati che sostituisca quelli vecchi che hanno accompagnato la nostra crescita?
E ancora Merlino:

…Mortali e maghi non sono diversi come pensi, entrambi inviano i propri desideri nel campo (energetico)
e si aspettano una risposta, ma nel caso dei mortali i messaggi sono frammentati e confusi; nel caso dei maghi, sono limpidi come cristallo. Le intenzioni non sono mai ignorate dall’ universo, ma nel realizzarsi incontrano ostacoli perchè in esse sono nascosti molti conflitti, tutti i conflitti del cuore umano…

In quest’ ottica, potrebbero coincidere l’ animo cristallino e la “lucidità del cuore” in una silenziosa pace, dove giacciono sciolti e giocosi i nodi del cuore?

 

Diventa anche tu “e-motion“, una forma di contagio positivo:

  • condividi questo post su FacebookTwitter, Linkedin con  un click qui sotto!
  • lascia un commento alla fine del post!

 

Nancy

Sono Nancy Perin una coach specializzata in tematiche aziendali, quali gestione delle relazioni, comunicazione, conflitti. Esperta di tecniche di rilassamento e body work. Aiuto le Imprese di Famiglia e le Persone a creare armonia nelle relazioni e nel raggiungere i risultati, affinché non vivano più in modo conflittuale, frustrante e inappagato ma possano costruire autentiche relazioni di fiducia, garantendo continuità all'Azienda e per le Persone al proprio progetto di vita. Imprese memorabili: Sono figlia di un ex prete; cresciuta a stretto contatto con ragazzi diversamente abili e borderline. Sopravvissuta alle scarpe da punta per la danza classica. Sono madre di un figlio. Allenata dalla vita ad essere resiliente. Il mio mantra: "La vita come un viaggio che esprime chi scegli di essere. Diventa anche tu "e-motion", una forma di contagio positivo!" In un mondo dove "fa notizia" solo la vulnerabilità, la sfida è ricordare che essa ci appartiene come compagna del coraggio e che esiste un mondo di persone che ogni giorno danno valore positivo all'esistenza, alle relazioni, al loro fare quotidiano nonostante le difficoltà! Questo è il vero scoop!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to Top