3_Ben-Essere Lab

Nancy Perin > Blog Nancy Perin > 3_Ben-Essere Lab > Il corpo fisico e il primo chakra: il sostegno…

Il corpo fisico e il primo chakra: il sostegno…

Giu 18, 2010 Nancy 0 3_Ben-Essere Lab , , , , , ,

Il nostro corpo è la parte visibile, la nostra energia “densa”. E’ il primo corpo, cui è connesso il proprio centro di energia. I chakra sono i centri o vortici energetici. Il chakra del corpo fisico è il muladhara. Questo è il primo chakra, ed è interamente collegato al corpo fisico. Esso ha un doppio potenziale: quello naturale che ci è dato con la nascita; quello che si può conseguire con la meditazione. Il potenziale naturale è il bisogno sessuale del corpo fisico. Cosa può fare dunque colui che ricerca la propria crescita spirituale, attraverso il sentiero interiore? Cosa può fare il ricercatore rispetto a questo bisogno fondamentale? Ebbene, l’altra possibilità è il brahmacharya, la castità, conseguibile attraverso la meditazione. Il sesso è la possibilità naturale, mentre il brahmacharya è la sua trasformazione. Più la mente si focalizza e si aggrappa al desiderio sessuale, più sarà difficile raggiungere il suo potenziale finale, implicito nel brahmacharya. Questo vuol dire che noi possiamo usare la situazione fornitaci dalla natura in due modi: vivere nella condizione in cui la natura ci ha posto, ma in quel caso il processo di crescita spirituale non può cominciare; oppure trasformare questo stato di cose. Il rischio da evitare è iniziare a “lottare” contro il nostro centro naturale. La repressione del bisogno sessuale è un ostacolo sul sentiero della meditazione: è l’ostacolo del primo chakra. Con la repressione non può accadere alcuna trasformazione. Qual’è dunque la soluzione? La comprensione. Quando inizi a comprendere il sesso, accade una trasformazione interna. In che modo? Dentro di te sono presenti tutti gli elementi della natura, ciechi e inconsapevoli; se ne diventi consapevole, ecco che avviene la trasformazione. La consapevolezza è l’alchimia in grado di cambiare e trasformare quegli elementi. Se una persona diventa consapevole del proprio desiderio sessuale – con la totalità del proprio sentire e della propria comprensione – dentro di sé, al posto del sesso, comincerà ad affiorare il brahmacharya. E per lavorare sulle potenzialità degli altri centri, occorre raggiungere il brahmacharya nel primo corpo. (Osho, La Natura dell’Invisibile, NSC, 2005, pp. 11-13)

Il primo chakra rappresenta le nostre radici, il nostro legame con il mondo terreno; è posizionato tra l’ano e gli organi genitali, nel plesso pelvico. Esso ci dà il desiderio fisico di esistere; la capacità di creare la nostra esistenza, di procurarci sicurezze materiali e assicurare la sopravvivenza della specie. Nel primo chakra entriamo in contatto con l’inesauribile riserva dell’energia cosmica kundalini, da cui originano i tre principali canali energetici del corpo umano: ida, pingala e sushumna.

La sushumna è il canale energetico lungo tutta la colonna vertebrale e permette sia la connessione tra le energie della terra e quelle del cielo, tra il primo ed il settimo chakra, sia il rifornire di energia gli altri vortici. Secondo la medicina tibetana, la sushumna è appoggiata davanti alla colonna vertebrale; secondo la medicina induista è all’interno della colonna vertebrale. Si può paragonare la sushumna ad una fibra ottica, attraverso cui passa la corrente energetica che va a distribuirsi nei chakra.

L’energia kundalini riposa alla base della spina dorsale ed entra nell’organismo dal primo chakra. L’accrescimento della consapevolezza risveglia la kundalini, allora l’energia cosmica scorre attraverso la sushumna come un torrente in piena, attivando i chakra che iniziano ad accelerare le loro frequenze vibratorie e ad espandersi. In pratica, la kundalini fornisce ai chakra dell’individuo le vibrazioni necessarie affinché, nel corso della sua evoluzione, egli acquisisca le diverse capacità materiali ed energetiche utili alla sua esistenza. Ciascun chakra ha la sua vibrazione che corrisponde alla sua finalità specifica.

Ida e Pingala sono le nadi che si avvolgono a spirale intorno alla sushumna. Ida inizia sulla sinistra del primo chakra e termina nella narice sinistra. Convoglia la fresca e quieta energia lunare, femminile. Pingala parte dal lato desto del primo chakra e termina nella narice destra. Funge da canale di collegamento dell’energia solare, maschile, carica di calore e movimento. Ida e pingala, tramite il respiro, utilizzano direttamente il prana presente nell’aria e attraverso l’espirazione spingono fuori le sostanze tossiche dal corpo.

Proprio attraverso il primo chakra può divenire accessibile quello che Jung definì “inconscio collettivo” ovvero la conoscenza immagazzinata nell’inconscio collettivo.

Diventa anche tu “e-motion“, una forma di contagio positivo:

  • condividi questo post su FacebookTwitter, Linkedin con  un click qui sotto!
  • lascia un commento alla fine del post!

Nancy

Sono Nancy Perin una coach specializzata in tematiche aziendali, quali gestione delle relazioni, comunicazione, conflitti. Esperta di tecniche di rilassamento e body work. Aiuto le Imprese di Famiglia e le Persone a creare armonia nelle relazioni e nel raggiungere i risultati, affinché non vivano più in modo conflittuale, frustrante e inappagato ma possano costruire autentiche relazioni di fiducia, garantendo continuità all'Azienda e per le Persone al proprio progetto di vita. Imprese memorabili: Sono figlia di un ex prete; cresciuta a stretto contatto con ragazzi diversamente abili e borderline. Sopravvissuta alle scarpe da punta per la danza classica. Sono madre di un figlio. Allenata dalla vita ad essere resiliente. Il mio mantra: "La vita come un viaggio che esprime chi scegli di essere. Diventa anche tu "e-motion", una forma di contagio positivo!" In un mondo dove "fa notizia" solo la vulnerabilità, la sfida è ricordare che essa ci appartiene come compagna del coraggio e che esiste un mondo di persone che ogni giorno danno valore positivo all'esistenza, alle relazioni, al loro fare quotidiano nonostante le difficoltà! Questo è il vero scoop!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to Top